DOMENICANI

Provincia Romana di S. Caterina da Siena

Storia di un innamoramento: il mio anno di prenoviziato domenicano

Un giorno, un ragazzo incontra una ragazza. E’ la solita storia: lei è bellissima, lui vuole conoscerla di più. Poco a poco si conoscono, diventano amici. Poco a poco, si innamorano. Conoscono le imperfezioni dell’altro; ma nonostante questo, si amano. E finalmente, un giorno decisivo, il ragazzo si mette in ginocchio: "Mi sposeresti?".

 

Poi comincia il fidanzamento ufficiale: vanno per il corso prematrimoniale e si preparano per il matrimonio. In questo periodo, il loro rapporto diventa sempre più profondo, finché arriva il giorno che hanno sognato: il matrimonio. Così iniziano una nuova vita insieme: una nuova "chiesa domestica", destinata ad essere fruttuosa, sia nell’ordine spirituale, sia nell’ordine fisico. Ci saranno delle difficoltà durante gli anni di matrimonio, forse tante; ma, con la grazia di Dio, riusciranno a superarle tutte. Allora, cosa c'entra tutto questo con la mia riflessione sul mio periodo di prenoviziato?

Se posso fare un'analogia: un anno fa, ho incontrato l’Ordine dei Predicatori, e volendo conoscerlo di più, ho cominciato il cammino del prenoviziato. A Dio piacendo, continuerò il mio cammino entrando in noviziato fra qualche mese, che posso paragonare ad una sorta di fidanzamento, in preparazione immediata alla prima professione dei voti che, a loro volta, potrei paragonare al matrimonio stesso (anche se, nella vita consacrata, facciamo l’ulteriore distinzione fra voti semplici e solenni).

gabriel pophillatGabriel PophillatCosa ho conosciuto dell’Ordine Domenicano in quest’anno di prenoviziato, che mi ha fatto decidere di andare avanti con il "fidanzamento"? E’ una domanda complessa ed impegnativa. Potrebbe essere quell’accento sullo sviluppo della vita intellettuale, un accento voluto da San Domenico stesso? Oppure quella vita contemplativa che scaturisce in una vita di fervoroso apostolato, come viene espresso nella famosa frase contemplata aliis tradere? O forse quella storia gloriosa di 800 anni di lotta contro le tenebre di errore ed ignoranza, alzando sempre più in alto la bandiera della veritas? O infine quell’abito di bianco e nero, colori sempre eleganti?

Torniamo alla nostra analogia: un uomo, per che cosa si sposa con una donna? Può lui individuare un aspetto particolare? Un uomo, tuttavia, non si sposa con un sorriso bellissimo, né con un carattere dolcissimo, né con la capacità di cucinare un buon piatto di pasta! Un uomo si sposa con una donna, una donna nella sua interità.

San Tommaso ci dice che la bellezza consiste in una debita proporzione; il suo maestro Sant’Alberto Magno dice che essa consiste nell’armonia delle parti. Ecco: la bellezza dell’Ordine Domenicano sta proprio in questa armonia e proporzione di tutti gli aspetti menzionati sopra. La preghiera, lo studio, l’apostolato e la vita comunitaria vengono messi in una armonia proporzionata: bella! Così, mi sono innamorato con l'Ordine dei Predicatori, nella sua interità.

Spesso mi piace meditare sull’atteggiamento di San Giuseppe davanti alla sua vocazione. Come sentiva di essere chiamato ad essere lo sposo della Madre del Salvatore? Credo che abbia sentito una grande indegnità ed una enorma debolezza. Credo che sia così che si senta ogni cristiano davanti alla sua vocazione, sia essa al matrimonio, sia alla vita consacrata. Senza l’aiuto di Dio, qualsiasi vocazione diventa difficile, addirittura impossibile.

E così ora chiedo a te, caro lettore, di ricordarti di me — insieme con i confratelli che faranno il noviziato con me — nella tua preghiera, affinché possiamo essere meno indegni di portare quel abito domenicano con i suoi colori di purezza e penitenza, ossia bianco e nero — colori sempre eleganti!

Gabriel Pophillat,
prenovizio domenicano

Ed iniziò a mandarli a due a due per portare
e predicare al mondo la Parola di Dio
Scopri di più ...

Frati, Monache e Laici Domenicani...
parliamo con Dio e di Dio nel XXI secolo
Scopri di più ...

E se Dio ti avesse scelto? E se ti stesse chiamando ad essere un frate domenicano?
Scopri di più ...