DOMENICANI

Provincia Romana di S. Caterina da Siena

Un proposito mariano...

Un proposito mariano per il 2019

Il 31 dicembre è arrivato. È tempo di pensare al nuovo anno, e riflettere su quello passato. Parte integrale di questo rito annuale è il proposito dell’anno. E mentre pensiamo ai propositi per il 2019, guardiamo un po’ delusi anche a quelli del 2018 che non siamo riusciti a mantenere. 

Quelle nuove scarpe da ginnastica, segno della nostra decisione di fare un po’ sport quest’anno? Diciamo che sono ancora nuove. Tutti quei libri di grammatica francese, comprati in una furia di entusiasmo per quella lingua che, dicono, è così romantica?

Vabbe’, tutti sanno che, in realtà, la lingua più bella del mondo è l’italiano… Cosa è successo? 365 giorni sono corsi via, lasciando nella loro scia cadaveri di tanti propositi falliti. Come posso far sì che i miei propositi per l’anno 2019 riusciranno a mettersi in pratica?

Ecco alcune cose che si potrebbero fare: 

1) Essere concreto: Un proposito generico come ‘fare sport’ ha buone probabilità di non riuscire. Quando, precisamente? Se non lo so, la risposta solita sarà ‘domani’. L’indomani porta all’indomani, che ci porta al 2020 senza aver fatto niente. Proviamo a essere più precisi con il tempo: ad es. ʻogni giovedì e sabato seraʼ. E cosa voglio fare precisamente? Dove? Conoscendo la mia pigrizia naturale, quando arriva il giovedì, sarei tentato di sostituire lo sport con un giro nel centro commerciale. Insomma, anche camminare in centro commerciale può essere un tipo di sport, no? Invece, se faccio il proposito di andare a correre ogni giovedì e sabato sera, nel parco vicino a casa, allora, diventa più difficile trovare delle scuse!

2) Essere impegnato: Finché questo bel proposito rimane solamente nella mia mente, non sono impegnato. Posso sempre cambiare idea: giovedì, venerdì, che differenza c’è? Vado a correre domani. Venerdì e sabato, che differenza c’è? Vado domani. Ah, guarda che siamo arrivati a 2020. Invece, faccio qualcosa per impegnarmi. Lo metto per scritto, magari già bloccando le date sulla mia agenda. Lo dico ad alcuni parenti e amici: così, se salto un giorno, devo rendere conto non solo a me stesso, ma anche a loro. Un altro modo molto efficace è di invitare qualcuno a venire a correre con me: è sempre più bello in compagnia!

3) Essere realista: E’ facile (particolarmente dopo quell’ ennesimo bicchiere di vino durante festa di capodanno) sopravvalutare le nostra capacità. Ma, se finora la mia idea di attività sportiva era di correre dopo l’autobus, forse andare a correre 5km il 1° gennaio non è proprio un’ottima idea. Dopo i primi tentativi falliti, divento scoraggiato, e probabilmente lascio perdere il mio proposito. Se invece, cerco di fare qualcosa più facile (ma non troppo!), inizio l’anno con un successo, non con un fallimento. Sono incoraggiato, e magari comincio a cercare una sfida più grande. 

4) Essere motivato: Soprattutto, devo essere convinto del perché del mio proposito. Se non sono convinto che questa attività è necessaria alla mia salute, perché devo sudare quando posso rimanere a casa a guardare Netflix?

Ovviamente, non sto scrivendo come un personal trainer. La salute fisica è certamente importante, ma c’è un altro tipo di salute molto più importante: la salute dell’anima. Fra i tuoi propositi per 2019, hai fatto qualcosa per la tua vita spirituale? jean gabriel pophillat   fr. Jean-Gabriel Pophillat, O.P. Non è troppo tardi: non è mai troppo tardi per una cosa così importante! Dopotutto, la vita spirituale ha degli effetti che durano non solo fino alla vecchiaia, ma per l’eternità. 

Ovviamente, ci sono diversi modi di realizzare un proposito di migliorare la tua vita spirituale. Vorrei proportene uno: l’iscrizione all’Associazione del Rosario Perpetuo. Cos’è? E’ un'associazione di laici, guidata dai domenicani, in cui i membri si impegnano a passare un’ora al mese pregando e meditando il rosario. Nel suo insieme, l’associazione assicura che in ogni minuto del giorno, in qualche parte del mondo, qualcuno sta pregando il rosario, onorando la Madre di Dio e il suo Figlio divino, intercedendo per il mondo. Vediamo perché questo può essere un buon proposito per 2019, seguendo i criteri sopra elencati:

1) Essere concreto: Già all'iscrizione, scelgo un giorno al mese, e una certa ora, per fare la mia ora di guardia. So, in modo concreto, che ogni mese dell’anno, in tale giorno a tale ora, farò quello che viene chiamata ‘l’ora di guardia’, durante la quale mi trattengo con Maria, pregando il rosario (questo può essere accompagnato in diversi modi, con diverse preghiere, meditazioni e letture)

2) Essere impegnato: L’atto di iscrizione è esso stesso un forte atto di impegno. L’orario è scritto: io sono impegnato per quell’ora. E quando faccio la mia ora di guardia, sono sempre in compagnia: sono con Maria, ovviamente, ma anche con tante altre persone in tutto il mondo che sono unite a pregare in quel ora.

3) Essere realista: Per chi non è abituato alla preghiera, pregare il rosario ogni giorno può sembrare un impegno molto arduo. Quindi, non ti viene chiesto di farlo ogni giorno, né una volta alla settimana, ma una volta al mese. In media, ci sono 730 ore in ogni mese. Fra queste 730 ore, non dovrebbe essere difficile mettere a parte una sola ora!

4) Motivazione: Maria stessa, a Fatima, ha chiesto specificamente per la preghiera del rosario. San Giovanni Paolo II l’ha chiamato ʼla sua preghiera preferitaʻ. E, con lui, tante altre persone, da ogni stato di vita, hanno trovato nella preghiera del rosario una via sicura alla santità. Vuoi approfondire la tua conoscenza di Cristo? Come dice San Giovanni Paolo II, con il rosario ‘il popolo cristiano si mette alla scuola di Maria, per lasciarsi introdurre alla contemplazione della bellezza del volto di Cristo e all'esperienza della profondità del suo amore.’ 
Hai un problema da risolvere? Nel 1571, quando tutto il mondo cristiano era in pericolo, il Papa Pio V chiedeva a tutti i fedeli di pregare il rosario: risultato? Una grande vittoria per i cristiani alla battaglia di Lepanto. Papa Francesco stesso, in questo tempo di grande difficoltà per la chiesa, ha chiesto a tutti i fedeli l’ottobre scorso di pregare il rosario. Davanti ai problemi della vita quotidiana, perché non seguire il loro esempio? 
Inoltre, con l’iscrizione all’Associazione, si diventa parte di una grande famiglia sempre unita in preghiera. Fra gli innumerevoli benefici spirituali dell’associazione, uno dei più belli è che i membri partecipano in qualche modo al bene spirituale e ai meriti di tutti i membri dell’associazione, insieme con le preghiere di tutti i membri dell’Ordine Domenicano. Nei momenti più difficili della vita, anche se non hai tempo, puoi essere sicuro che tanti dei tuoi confratelli sta pregando, e tu sei in qualche modo coinvolto nella loro preghiera!

Allora, cosa aspetti? Fai un nuovo proposito per l’anno 2019: un proposito che funziona, un proposito che cambierà la tua vita, un proposito che cambierà il mondo!

fr. Jean-Gabriel M. Pophillat, O.P.
Convento S. Maria sopra Minerva, Roma

Vai al sito del Rosario Perpetuo: http://www.rosarioperpetuo.net

Ed iniziò a mandarli a due a due per portare
e predicare al mondo la Parola di Dio
Scopri di più ...

Frati, Monache e Laici Domenicani...
parliamo con Dio e di Dio nel XXI secolo
Scopri di più ...

E se Dio ti avesse scelto? E se ti stesse chiamando ad essere un frate domenicano?
Scopri di più ...