DOMENICANI

Provincia Romana di S. Caterina da Siena

donazion2

 

S. Teresa: una domenicana "in pectore"

TeresadavilaNon possiamo noi domenicani non ricordare il compleanno di S. Teresa d' Avila (28 marzo 1515) per l'amore che la grande Santa ha nutrito nei nostri confronti, totalmente ricambiato dall'Ordine di ieri e di oggi. Teresa si è dichiarata “domenicana di passione”.

L'aiuto che i nostri confratelli le hanno dato nella fondazione del Carmelo Riformato è stato grandissimo e sempre considerato motivo di "orgoglio" gioioso.

Lo stesso S. Domenico apparso alla sua connazionale nella grotta di Segovia, dedicata al nostro santo fondatore, le ha detto di "guardare il suo Ordine" e la stessa richiesta le ha fatto Teresa.

S. Ludovico Bertran, al quale la santa si era rivolta per chiedere se era volontà di Dio quanto aveva in cuore di attuare

TERESA-2

le rispose che era volontà di Dio e che con coraggio doveva mettersi all'opera perché in meno di cinquanta anni sarebbe diventato uno degli Ordini più importanti della Chiesa.

Teresa ebbe numerosi confessori e direttori domenicani: tra di essi non possiamo non ricordare p. Barron (confessore di suo padre) le spiegò da bambina il mistero dell'inabitazione trinitaria, che rimarrà indelebile durante tutta la sua vita. Poi i padri: Ibanes e Banes, il p. Garcia di Toledo, mentre il p. Fernandes fu preposto quale visitatore e superiore quando ci fu la prima approvazione. Lo stesso papa domenicano dell'epoca S. Pio V ebbe una profonda intesa spirituale con lei. Tutto questo brevemente per non dimenticare e per gioire nella festa di colei che è madre di un Ordine a noi il più "affine".

Lungo il corso dei secoli lo strettissimo rapporto con il Carmelo è stato costante e presente anche in altre grandi figlie di S. Teresa come nei frati predicatori.

Lo stesso S. Domenico apparso alla sua connazionale nella grotta di Segovia, dedicata al nostro santo fondatore, le ha detto di "guardare il suo Ordine"

Lode a Dio, dunque, per averci donato S. Teresa e per l'onore avuto di poterle stare accanto ed aiutarla, così come lei ha espresso stima ed affetto verso i figli di s. Domenico. L'alleanza perpetua tra noi domenicani e la santa d'Avila continua ancora oggi ed è fonte di tanta letizia spirituale e sostegno nella missione di annunciatori del Regno di Dio.    

      
fr. Antonio Cocolicchio, O.P.

Ed iniziò a mandarli a due a due per portare
e predicare al mondo la Parola di Dio
Scopri di più ...

Frati, Monache e Laici Domenicani...
parliamo con Dio e di Dio nel XXI secolo
Scopri di più ...

E se Dio ti avesse scelto? E se ti stesse chiamando ad essere un frate domenicano?
Scopri di più ...